In questo mese avviene la definitiva caratterizzazione di tutte le vegetazioni, fioriture e produzioni.

SEMINE:

Il periodo di semina normale dell’orto è in luna calante, dall’1 al 15 e dal 29 del mese: si seminano le lattughe, cicorie, basilico, prezzemolo, sedano.Per quanto riguarda zucchini, zucche, ortaggi da frutto il miglior periodo è in luna crescente, dal 16 al 28 maggio.

FIORI e PIANTE DA FIORE:

Continuare le semine dei fiori “annuali” che saranno successivamente diradati. Portare a termine la piantagione di piante da fiore per la fioritura estiva (es. gerani, surfinie ecc.) Per le piante messe a dimora in aprile può essere necessario effettuare una spuntatura per facilitarne l’accrescimento, e anche sostituire quelle che, per cause accidentali o climatiche, sono sofferenti e ferme nella crescita. Iniziare a somministrare concimazioni di soccorso, scegliendo prodotti che esaltino la fioritura ed il colore. Aggiungere terriccio ove necessario, controllare l’inizio di manifestazioni evidenti di malattie, specialmente nelle rose (macchia nera: peronospora) e dove sono presenti vegetazioni tenere (afidi). Se occorre somministrare prodotti antiparassitari, farlo nelle ore fresche del mattino o della sera. Verificare il funzionamento degli impianti d’irrigazione che dovranno essere regolati in modo che le piante siano sempre umide: in questo periodo di crescita tutte le piante soffrono immediatamente eventuale mancanza anche temporanea di acqua. Nelle zone più fredde, pulire le piante nelle parti danneggiate nell’inverno, rispettando le prime vegetazioni che cominceranno ad apparire. Togliere l’erba prima che venga troppo folta e che possa mettere semi.

PIANTE DA APPARTAMENTO:

Se è necessario rinvasare le orchidee, purché abbiano terminato la fioritura; si possono anche effettuare delle “divisioni” per avere più piante da un solo ceppo. Queste divisioni debbono essere contenute e mai esagerate. Anche le piante ornamentali in genere possono essere ingrandite di vaso, avendo cura di non rovinare troppo le radici, recidendo quelle che sono al di fuori del vaso. Nel periodo successivo ai rinvasi le piante non devono stare nelle correnti d’aria fresca e occorre aumentare la frequenza delle irrigazioni, spruzzando anche la parte aerea.

ORTAGGI:

Continuare le piantagioni di tutti gli ortaggi che porteranno frutto nell’estate.

E’ possibile creare un piccolo orto sul terrazzo di casa seguendo però le seguenti importanti avvertenze:

1)L’esposizione deve essere a pieno sole, tranne che per il basilico che gradisce la mezz’ombra.

2)Occorre piantare ortaggi che non siano molto invasivi, mettendo a dimora in vasi capienti poche o singole piante.

3)Irrigare con quantità limitate d’acqua ma con aumentata frequenza

4)Concimare all’impianto con soli concimi organici per avere una coltivazione “biologica”

I NOSTRI CONSIGLI "BIO"

Continuare le sarchiature, rompendo la crosta del terreno, sospendendo l’irrigazione per due giorni soleggiati: le erbacce si essiccheranno senza dover utilizzare prodotti diserbanti. Concimare con prodotti organici abbastanza pronti (humus di lombrico o cornunghia a grana fine). Irrigare alla mattina presto perché la terra è fresca con conseguente risparmio di acqua. Sotterrare quanto è rimasto della coltivazione delle fave e piselli per aumentare l’azoto che le leguminose hanno fissato nel terreno.