I lavori di NOVEMBRE


SEMINE:

Piselli e fave si seminano in fase di luna crescente (dall’1 all’11 e dal 27 del mese), mentre eventuali semine di ortaggi da foglia si seminano in fase di luna calante (dal 12 al 26 novembre)

FIORI e PIANTE DA FIORE:

Le piante da fiore da sistemare in giardino in questo periodo sono: ciclamini, eriche, viole del pensiero, pratoline, cavoli ornamentali, azalee, solanum da bacca, rododendri (per fioriture primaverili).
Si piantano tutti i bulbi invernali (tulipani, giacinti, narcisi, fresie, amarilli, crocus); questi bulbi emetteranno prima le radici e successivamente, con la buona stagione, le foglie ed i fiori.
Continuare la piantagione delle piante perenni da siepe o da fiore, avendo cura di provvedere ad una prima potatura.
Ricordiamo che le azalee sono acidofile, mentre i ciclamini e le piante bulbose sono parzialmente acidofile, quindi si dovrà usare del terreno a reazione acida (tutto o in parte a seconda dei casi). Interrando delle piante acidofile (azalee, camelie, ortensie, gardenie, rododendri, eriche) il terreno acido non deve essere mescolato a quello già esistente, ma deve essere messo puro attorno alla pianta da trapiantare, in quantità opportuna (almeno doppia del volume del vaso da mettere a dimora).
Effettuare la raccolta di erbacce e foglie autunnali cadute che, opportunamente collocate in mucchi o contenitori appositi, daranno origine al “compost”; in questo caso si dovrà usare un acceleratore di decomposizione somministrato tra uno strato e l’altro del materiale raccolto. Raccogliendo le erbacce, possibilmente è meglio eliminare le parti apicali ricche di semi, ed evitare di prendere i bulbetti e rizomi di trifoglio e acetosella, per non avere un inquinamento del prodotto finito.
In giardino sospendere le concimazioni e le irrigazioni; intervenire con queste ultime solo in caso di siccità prolungate e comunque non più di una volta alla settimana.
Iniziare la potatura delle rose.

PIANTE DA APPARTAMENTO:

Entreranno in casa le prime Poinsettie (Stelle di Natale). Dovranno essere posizionate in zona molto illuminata, concimate con concimi a pronto effetto specifici o per piante fiorite e bagnate poco (solo quando necessario).
Occorre riparare in casa le orchidee “da freddo” come i cymbidium, paphiopedilum, oncidium e dendrobium: metterle in zone molto illuminate, lontano da fonti di calore.

ORTAGGI:

Da novembre a febbraio quanto consigliamo per gli ortaggi sarà diretto a due zone climatiche precise:
a) zona temperata – Riviera Ligure 
b) zona fredda – valli interne della Liguria 

 
In zona temperata a): seminare in luna crescente piselli e fave, per tutto il mese trapiantare aglio e bulbi di cipollina, cavoli da foglia invernali (broccoli Lavagnino e Carasco, Nero di Lavagna), piante di carciofi e cardi. Seminare spinacio, bietole, cicorie, ma naturalmente in luna calante.
Nelle zone fredde b): ripulire il terreno, lavorare la terra concimando con prodotti organici, predisponendo il tutto al riposo invernale per essere pronti alle piantagioni di ortaggi primaverili.

I NOSTRI CONSIGLI "BIO":

Per risanare il terreno da agenti patogeni (animali e vegetali) è bene lavorare il terreno lasciandolo esposto al sole due mesi, rimuovendolo ad intervalli regolari, in presenza di clima asciutto.
Ottimo insetticida polivalente naturale:
mettere 20 g di aglio pelato in 500 ml acqua. Far bollire per 20 minuti, lasciare raffreddare, filtrare e spruzzare sulle piante.