Il Giardino delle farfalle

Negli ultime decenni, i cambiamenti del paesaggio agricolo con l’uso massiccio di insetticidi hanno trasformato il nostro ambiente in un luogo ostile per le farfalle, privo di cibo e di ripari. I giardini per le farfalle sono un mezzo di facile realizzazione per permettere a queste creature meravigliose di trovare un’oasi di tranquillità.

Il Giardino delle Farfalle può essere creato in qualsiasi punto ben illuminato del giardino, inserendo al suo interno alcune delle cosidette piante attira-farfalle e tenendo presente che per le farfalle è importante che vi siano continuamente piante fiorite dalla primavera all’autunno. Ma bisogna fare attenzione, ricordando che non tutti i fiori sono graditi a questi insetti e tra questi rientrano le rose e i papaveri, fiori da ditteri e imenotteri più che da lepidotteri.

buddleiadavidii.jpg

Tra le essenze più amate dalla farfalle, troviamo le buddleie (Buddleja davidii), dette anche l’albero delle farfalle, che, con le lunghe spighe fiorite, sembrano saper attirare come nessun altra pianta questi animali, soprattutto le varietà a fiore lilla.

farfallasuligustro.jpg

Altra pianta da considerare è il ligustro, specialmente il Ligustrum lucidum e Ligustrum vulgare perché autoctone dell’Europa. Indispensabile è la Lantana camara, infestante nella zona di origine (Asia), ma usata spesso nei nostri giardini come pianta ornamentale.

In realtà, sono molte le piante attira farfalle, soprattutto tra le erbacee e le aromatiche.

Ricapitoliamo quindi alcune tra le essenze arbustive per il Giardino delle Farfalle:

piante alte: Abelia lucida, Buddleja davidii, Clerodendrum trichotomum (Clerodendro), Syringa vulgaris (Lillà ), Cornus alba;

piante medie: Ceanothus, Ceratostigma, Ligustrum lucidum, Ligustrum Vulgare, Nandina domestica, Prunus laurocerasus  (Lauroceraso), Ribes, Weigelia;

piante basse: Abelia grandiflora, Cotoneaster horizontalis (Cotognastro), Hypericum calicynum (Iperico), Hyssopus officinalis (Issopo), Lavandula spica e angustifolia (Lavanda), Symphoricarpus nano.